domenica 13 dicembre 2009

Almeno ci siamo noi.

Ma niente, vado un po' avanti e indietro con il baricentro perche' quando fumo molto e' cosi' mi alzo per prendere il treno e mi entra la pioggia nelle ossa quando arrivo tu tardi di cinquanta minuti esatti e ti costringo ad offrirmi da bere e mentre sei fuori che dai gli ultimi tiri mi scrivi ti amo con il dito sul vetro appannato a me che sono dall'altra parte con tutta la gente intorno cavolo sembra di avere tredici anni siamo di nuovo ragazzini che fanno le vasche in piazza e si emozionano per due bottoni sbottonati e un po' di calore e dicono grazie perche' siamo rimasti almeno noi, perche' la gente crescendo toglie il valore a tutto il resto e rimane solo il sesso, un bacio non e' piu' fine a se stesso, diventa solo preliminare e grazie per fortuna che siamo rimasti noi che ci tocchiamo per il gusto di assaggiare il contatto e non necessariamente nella previsione dell'atto sessuale dell'orgasmo e tutto, grazie grazie che esistiamo.

1 commento:

  1. Belle emozioni, sfiorate appena, quasi dimenticate goccie di un amore innocente.
    UaU.
    Tu che sei appassionata di immagini speriamo abbia voglia di andare a vedere le nostre di oggi....che sono davvero mie e di Alice, e se ti và lasciaci un parere....
    CiaU e buona serata.
    iO e Alice

    RispondiElimina