martedì 2 marzo 2010

Marta.

Dimmi,
com’è stato masturbarti col mio pene?
Come per me una sega tra le tue gambe?
Si, conosco questa solitudine
e gli esercizi di eleganza delle nostre articolazioni.
Serve, si, serve l’afa di una notte nuda
per far evaporare la noia attraverso una sigaretta che non si spegne mai.
È alta sartoria in questi ricami imbastendo strati su strati di necessità


Io non ho sentimenti, solo sensazioni.

E molle sotto i piedi di una improvvisazione, ghiri gori per riempire la tela avanzata ad un bravo pittore, domande per rispondere a domande senza risposta.
Bugie decise indossate con tanta grazia da
non farmi sentire nudo


Io non ho sentimenti, solo sensazioni.

1 commento:

  1. Non hai idea di quanti ricordi terribili, questa.

    RispondiElimina