domenica 7 novembre 2010

Un rattotalpa.

Mi piace come stanno linkati i tuoi neuroni i tuoi collegamenti come dormono le tue labbra quando dormi mentre tengo il dito indice sulla punta del tuo naso.
La notte di nastro isolante mi ricordo solo il tuo profilo al buio degli anabbaglianti gli occhi di foglie di fico ti regalo uno dei miei fili di rame e una dedica molto brondiana per dirti che non ti voglio bene, non ti voglio bene, non ti voglio bene, non ti voglio bene.

Sono un rattotalpaglabro lungo dodici tredici centimetri ho i denti fuori dalla bocca ho gli occhi solo per far finta di avere gli occhi ho un tasso di metabolismo dell'ossigeno molto basso per l'aria rarefatta di casa nostra, di mondo nostro, non ho i recettori per la sostanza P e quindi se facciamo a botte vinco io e poi muoio. Puoi farmi male solo in testa. Hai tempo trent'anni per sposarmi. Anche se sono brutto. Vorrei che mi regalassi un pipistrello adulto.

Quando guardo gli angoli del tuo viso non ho più nè naso nè bocca. Se non fosse che sono incastrata in un barattolo di lacca che fa vomitare gli occhi. Ti amo. Ho rovesciato le ossa sul pavimento e adesso se per favore me le rimetti. Ti amo. Adesso se per favore mi costruisci una scatola da scarpe dove posso morire, che è meglio non farlo sotto il sole di coltelli. Ti amo. Adesso se per favore mi canti ancora una canzone al citofono. Ti amo. Adesso se per favore mi dici che vieni via con me che so che non lo farai. Ti amo. Adesso se per favore mi ami.

4 commenti:

  1. tu Nik sei sempre così splendida quanto scrivi.

    RispondiElimina
  2. Bleah, tesoro, scusa se non ti risposi, in questo periodo mi scordo di pisciare anche. In ogni caso un cuore.

    RispondiElimina
  3. adoro il tuo modo di scrivere. Ogni volta mi commuovo...
    "ho gli occhi solo per far finta di avere gli occhi" una frase di una poesia unica.
    un bacio
    Luna

    RispondiElimina
  4. Oddio Luna, che carina, ti ringrazio tantissimo, davvero <3

    RispondiElimina