mercoledì 19 gennaio 2011

Se devo morir, non voglio farlo qui.
Le solite cazzate, ma come la mettiamo con tutto il male nei cuscini, a sciogliersi appena rilassi il collo? Non ci son termosifoni a scaldare le parole di notte. Non ci sono parole, di notte.
Un giorno ho deciso che avrei espiato ma non è che è una cosa che fa impazzire. Nel senso che piace. Non piace proprio.

Nessun commento:

Posta un commento